[Home Page]
Ultimo aggiornamento:   12/10/2015  l  15.31  
                               
Servizi
Meteo
Aria
Viabilità
Farmacie
Trasporti
Libri
Video TV
Cinema
Rubriche
ReadySteady
Koinè
Speciali
Volontariato
CercoOffro Lavoro
Promessi Chef
Tendenze
Motori
Jazz Fest
Piazza 25 aprile
Festival Blues
Fuori Porta
Maturità
Tribuna politica
Opinioni



Castello
Un concorso musicale per ricordare "Pavi"

Si terrà a Castelsangiovanni la prima edizione del concorso nazionale dedicato a Francesco Pavia. Il concorso per giovani musicisti promettenti nasce dall'incontro del comitato Amici di Pavi con la famosa scuola di musica Palestrina.

In particolare, l'idea è nata dai genitori di Francesco Pavia, giovane batterista scomparso in seguito ad un'emorragia cerebrale. Gianfranco e Nice Pavia, i genitori di "Pavi", hanno sottolineato l'intento che fin dall'inizio ha animato la nascita del progetto. "Trasmettere il valore della musica, che era una delle attività preferite da nostro figlio - spiegano - è lo scopo principale di questo concorso".

Insieme a Giuseppe Albanesi, direttore artistico dell'associazione musicale Pierluigi da Palestrina, che svolgerà il ruolo di presidente della commissione del concorso, i fondatori del comitato Amici di Pavi hanno mosso i primi passi verso la realizzazione di questo progetto, nato per valorizzare le capacità di giovani musicisti italiani. Questo aspetto è stato rimarcato da Giuseppe Albanesi. "Il concorso vuole offrire la possibilità di mettere in luce musicisti esclusivamente italiani  - afferma -. Questo perché, nel corso di manifestazioni artistiche e musicali, spesso si distinguono sempre ragazzi stranieri. Questi bambini iniziano prestissimo e riescono ad affermarsi, a scapito di quelli italiani, che solitamente,
accedono alla musica in fasce d'età successive".  

Per i ragazzi nati tra il 1993 e il 1995 si apre la possibilità di emergere, nell'ambito di un concorso musicale di altissima qualità, che vanta una giuria di alta levatura; la maggior parte dei componenti proviene dal Teatro La Scala di Milano: oltre a Giuseppe Albanesi, per anni nei primi violini dell'orchestra del teatro e della filarmonica della Scala, i commissari
provenienti dal celebre teatro saranno Franco Fantini, violino di spalla, Ernesto Schiavi, direttore artistico dell'orchestra filarmonica, Leonardo Colonna, contrabbasso nell'orchestra del teatro La Scala, oltre che componente dei "Solisti Veneti". Giudicheranno i ragazzi altri commissari d'eccezione, sempre presi in prestito dal teatro La Scala, che raccoglie i migliori musicisti italiani: il primo ottavino Maurizio Simboli e il pianista Roberto Capello. Interverrà inoltre Fabrizio Garilli, precedente direttore del Conservatorio Nicolini di Piacenza.

Il concorso, in programma per i giorni 13, 14 e 15 novembre 2009, prevede la divisione dei musicisti in tre sezioni: la prima per pianoforte solo, la seconda per violino, viola e violoncello; la terza per flauto. Per incoraggiare i ragazzi più giovani, che potrebbero trovarsi in una situazione di svantaggio a confrontarsi con dei ragazzi più grandi, è stato
istituito, oltre che al primo premio dedicato a Francesco Pavia, di 2500 euro, il premio speciale "Fondazione Radici nel Futuro" di 1500 euro. Altri nove premi di 200 euro ciascuno saranno attribuiti alle tre migliori esecuzioni di ogni categoria.

Il concorso ha ottenuto l'alto patrocinio della presidenza del Senato della Repubblica e della presidenza del Consiglio dei Ministri. Oltre al comitato Amici di Pavi, all'associazione musicale Palestrina e alla Fondazione Radici nel futuro, parteciperanno alla manifestazione come sostenitori la Banca di credito cooperativo di Creta, l'Associazione Amici della musica e dell'arte di Santa Cristina e Bissone, con il patrocinio del Comune di Castelsangiovanni.

Hanno aperto la conferenza di presentazione Carlo Capelli, sindaco di Castelsangiovanni, insieme all'assessore alla cultura Elena Marzi. Giuseppe Albanesi e Simone Morandotti sono intervenuti in rappresentanza del Palestrina; Paolo Grosso per Radici nel futuro, Paolo Valle e Andrea Fantini hanno partecipato a nome della bcc, Giuseppe Zoppetti in qualità di presidente dell'associazione Amici della musica e dell'arte.


Anastasia Aradelli

 

 
Commenti:



INSERISCI COMMENTO:

*nome:
*e-mail:

titolo:

descrizione (max.255 caratteri):

  Accetto le clausole realtive al trattamento dei dati personali.





PiacenzaSera è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Piacenza (N° 644 con decreto di iscrizione del 27/07/2007)
Edita da Codex10 - Società Cooperativa - P.IVA 01443570336 - Soluzioni internet realizzate da GeDInfo - Società Cooperativa.
Per informazioni su come inserire la tua pubblicità su www.piacenzasera.it invia un'email a commerciale@piacenzasera.it