[Home Page]
Ultimo aggiornamento:   12/10/2015  l  15.31  
                               
Servizi
Meteo
Aria
Viabilità
Farmacie
Trasporti
Libri
Video TV
Cinema
Rubriche
ReadySteady
Koinè
Speciali
Volontariato
CercoOffro Lavoro
Promessi Chef
Tendenze
Motori
Jazz Fest
Piazza 25 aprile
Festival Blues
Fuori Porta
Maturità
Tribuna politica
Opinioni



Ztl, i commercianti: "Aprire i chiostri del Duomo"

Comunicato stampa di Unione Commercianti Piacenza

La presidenza di Unione Commercianti Piacenza e  la Giunta  Confesercenti Piacenza, relativamente all’allargamento della ZTL in via Scalabrini ed alla proposta formulata dalla Giunta comunale di Piacenza, ritengono opportuno evidenziare che già nei giorni scorsi hanno inviato all’attenzione dell’Assessore alla viabilità del Comune di Piacenza Dott. Ing. Pierangelo Carbone e all’Assessore al Commercio Dott. Katia Tarasconi una comunicazione nella quale venivano esplicitate alcune considerazioni e rilanciata una proposta alternativa di compromesso.

L’ipotesi esplicitata dall’Assessore Carbone, infatti, pur riferendosi ad una precedente proposta scaturita dalle nostre Associazioni, ha suscitato un coro di significative proteste, in quanto da una parte rende irraggiungibile il parcheggio dei Chiostri del Duomo, storico polmone non solo per chi vuole recarsi in centro per fare shopping, ma anche area di sosta molto importante per la Curia di Piacenza, soprattutto per le persone che hanno con essa contatti sistematici (Associazioni di volontariato, Associazioni religiose, ecc.) ed anche per gli eventi religiosi da essa organizzati nel corso dell’anno.

 

Da ciò ne deriva che rimettere a disposizione l’utilizzo di questo parcheggio risulta essere una priorità non solo dei commercianti e dei liberi professionisti, ma anche a nostro avviso, per la Curia medesima. Alla luce di quanto detto, individuiamo una nuova proposta di compromesso che partendo dal presupposto del recupero del parcheggio dei Chiostri del Duomo, tramite il tracciato via Vescovado, via Prevostura entrata, via Prevostura uscita con svolta a sinistra, via Scalabrini, raggiunga Piazzetta San Paolo e, percorrendo via Torta,esca sullo Stradone Farnese.

 

Questa proposta, a parere delle nostre Associazioni, rispetterebbe l’impegno preso con i residenti di Cantone Santo Stefano, preoccupati dalla prima decisione dell’anello che vedeva un passaggio di veicoli nella loro via, anche se a nostro avviso, quella soluzione certamente, avrebbe riguardato un numero di veicoli limitato esclusivamente a coloro che avessero necessità di accedere a quel tracciato per recarsi presso i vari uffici lì localizzati,oppure per acquisti nei negozi che operano in quel tratto.

 

La nuova soluzione consente, in questo difficile momento economico, alle attività commerciali, di servizio, ai pubblici esercizi ed ai liberi professionisti che lì operano, di continuare a svolgere il proprio lavoro quotidiano, che in caso contrario, li vedrebbe forse costretti a cessare l’attività, oppure come già più volte minacciato dagli stessi a trasferirla in altre zone della città, contribuendo così ad una realistica minaccia di desertificazione, con tutte le conseguenze connesse.

 

Come Associazioni, in primo luogo, ci preme la sorte ed il futuro delle imprese commerciali, di servizio, degli uffici, ma siamo anche disponibili a trovare soluzioni condivise, che tengano in considerazione tutte le istanze dei vari soggetti, compresi i residenti. Proprio ai residenti ci permettiamo di ricordare che l’allontanamento di un negozio o di un ufficio, genera oltre alla desertificazione del tessuto economico utile per una via, anche una situazione di degrado, un deflusso di residenti e, l'arrivo di realtà più complesse  e poco radicate sul territorio, così come purtroppo è accaduto in molte città italiane. In conclusione ecco le motivazioni che ci spingono a difendere con la nostra proposta i commercianti, i liberi professionisti ed anche i residenti, soprattutto quelli socialmente più deboli (anziani, invalidi, ecc.) chiedendo all’Assessore competente ed alla Giunta tutta, un ripensamento e, l’accoglimento della nostra proposta, dando così un evidente e costruttivo segnale di grande sensibilità, equilibrio e comprensione per chi rischia quotidianamente il proprio capitale in un’attività che altrimenti potrebbe risultare minacciata nella sua sopravvivenza.

 

L’Unione Commercianti e la Confesercenti concordano invece nell’attuare una politica fatta di proposte concrete e dialettica costruttiva e, rifuggono dai proclami bellici altisonanti che poi rimangono fine a se stessi.

 

Le nostre associazioni sono convinte che il dialogo costruttivo, che sempre è stato evidenziato da ambo le parti porterà certamente a trovare una soluzione che soddisfi tutti i soggetti coinvolti, commercianti, liberi professionisti, residenti ed Amministrazione comunale.

 
 
Voci correlate:
  • commercianti
  • ztl
  •    facebook  twitter  invia

     stampa

    Commenti:



    INSERISCI COMMENTO:

    *nome:
    *e-mail:

    titolo:

    descrizione (max.255 caratteri):

      Accetto le clausole realtive al trattamento dei dati personali.





    PiacenzaSera è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Piacenza (N° 644 con decreto di iscrizione del 27/07/2007)
    Edita da Codex10 - Società Cooperativa - P.IVA 01443570336 - Soluzioni internet realizzate da GeDInfo - Società Cooperativa.
    Per informazioni su come inserire la tua pubblicità su www.piacenzasera.it invia un'email a commerciale@piacenzasera.it