[Home Page]
Ultimo aggiornamento:   12/10/2015  l  15.31  
                               
Servizi
Meteo
Aria
Viabilità
Farmacie
Trasporti
Libri
Video TV
Cinema
Rubriche
ReadySteady
Koinè
Speciali
Volontariato
CercoOffro Lavoro
Promessi Chef
Tendenze
Motori
Jazz Fest
Piazza 25 aprile
Festival Blues
Fuori Porta
Maturità
Tribuna politica
Opinioni



"Niente stop in Centrale, treni a Cadeo e Pontenure". Pendolari scontenti
  
Nuove fermate a Cadeo e Pontenure, ma i pendolari dovranno imparare a far meno della fermata a Milano Centrale, sempre più destinata al "traffico nazionale". Sono queste le novità emerse dal vertice in Provincia tra le associazioni cittadine, i rappresentanti di Trenitalia e l'assessore regionale ai Trasporti Alfredo Peri, ospiti del presidente Massimo Trespidi.
 
Notizie che tuttavia non hanno ancora il crisma dell'ufficialità, non essendo ancora stata presentata la bozza del nuovo orario ferroviario. Ma alcuni punti fermi sono stati comunque definti dall'assessore Alfredo Peri, primo fra tutti la riduzione delle risorse a disposizione per i trasporti pubblici in Emilia Romagna, 64 milioni di euro in meno rispetto al 2010. Peri ha riferito di aver fatto proprie alcune richieste dei pendolari, come la velocizzazione della tratta Piacenza Milano, con l'unica fermata di Lodi, e l'aumento delle fermate nel Piacentino nelle stazioni di Cadeo e Pontenure.
 
Una doccia fredda arriva da Guido Patechi, di Trenitalia Lombardia, il quale parla di una "riorganizzazione delle tratte", e lo spostamento dell'arrivo dei treni dall'Emilia Romagna verso Milano Greco Pierelli, con l'utilizzo "a spot" della stazione di Garibaldi, mentre Centrale sarà progressivamente destinata "al traffico nazionale".
"Inaccettabile - dice Ettore Fittavolini, presidente dell'associazione pendolari piacentini - vogliono sfrattarci dalla stazione principale, dove scende la maggior parte dei lavoratori e degli studenti. Siamo arrabbiati sia con la Regione che con Trenitalia".
 
----
 
 
E' in corso in questi minuti presso il palazzo della Provincia l’incontro, organizzato dal presidente Massimo Trespidi, al quale parteciperanno le associazioni pendolari piacentine, gli assessori regionali ai trasporti di Emilia Romagna e Lombardia, nonché le dirigenze regionali di Trenitalia e di RFI.
 
Diversi gli elementi sul tavolo del confronto: i pendolari ribadiranno in parte "quanto già richiesto nel febbraio 2010, a tutt’oggi senza alcuna risposta". Le associazioni pretendono maggiore puntualità, pulizia, rispetto dei tempi di percorrenza e numero di carrozze per convoglio, oltre al ripristino o all'inserimento di treni nelle fasce oriarie più utilizzate in particolare per quanto riguarda la tratta Piacenza - Milano.

Prossimo appuntamento sarà il 3 novembre a Bologna con il secondo incontro per il tavolo regionale della mobilità. Incontro, riferiscono i pendolari "di cui siamo venuti a conoscenza per vie traverse ed al quale, come al solito, non siamo stati invitati".

Pendolari, Carini (Pd) presenta una risoluzione in Regione: “Confronto con Trenitalia per accogliere le richieste piacentine”

Comunicato stampa del consigliere regionale del Pd Marco Carini

In vista dell’imminente entrata in vigore del nuovo orario ferroviario invernale, il gruppo consiliare del Partito Democratico in Regione ha presentato oggi una risoluzione all’assemblea legislativa di Bologna che recepisce alcune delle istanze storiche e anche quelle più recenti dei pendolari di Piacenza, Fiorenzuola e Cadeo. A farsi portatore delle esigenze del territorio locale, il consigliere regionale piacentino Marco Carini, che ha sottolineato come “si stia facendo concreta la prospettiva di un ulteriore scadimento del servizio – già oggi insufficiente – a fronte dei tagli al trasporto pubblico locale che la nostra Regione dovrà sostenere nel 2011 a seguito della Manovra correttiva varata dal Governo, pari a 80 milioni di Euro per i servizi ferroviari”.

Nella risoluzione si chiede che nel confronto con Trenitalia vengano portate le richieste dei viaggiatori ed in particolare quelle tese a:
- ottenere tempestivamente la bozza relativa al nuovo orario invernale e comunque in tempi utili alla presentazione di eventuali proposte di emendamento;
- proseguire nei lavori del tavolo regionale sulla mobilità che riunisce Regione, Comuni, Province, aziende di trasporto, Trenitalia, sindacati e associazioni degli utenti al fine di trovare soluzioni adeguate e sostenibili per la “buona mobilità” anche attraverso un ripensamento del sistema complessivo;
- chiedere al Governo che riveda radicalmente la politica insensata dei tagli al trasporto pubblico che rischia di affossare un settore strategico per lo sviluppo e la gestione sostenibile dei territori;
 

La risoluzione chiede inoltre che venga fatto rispettare pienamente il Contratto di Servizio spesso disatteso a causa di ritardi, soppressioni o chiusure di carrozze con condizioni igieniche non soddisfacenti ed in particolare:
- intervenire sulla modulazione del trasporto pendolari nella tratta Rimini - Bologna in modo da rendere il passaggio dei treni più consono alle reali esigenze dei fruitori;

- accorciare i tempi di percorrenza per i treni provenienti dal piacentino che transitano in Lombardia, anche rivedendo la modulazione delle fermate in territorio lombardo e verificando la possibilità, eventualmente, di usufruire della linea dell’alta velocità;
- razionalizzare i convogli nelle fasce orarie di maggior congestione;
- mantenere la promessa del contenimento dell’incremento dei costi degli abbonamenti a fronte di un non adeguato miglioramento del servizio;
- intervenire affinché venga, tra le altre, ripristinata la fermata nella stazione di Cadeo in orario pomeridiano per i treni che vengono da Parma, consentendo il rientro dei pendolari in partenza, dalla stessa,  al mattino.

 

 
Voci correlate:
  • massimo trespidi
  • pendolari
  • trenitalia
  • Commenti:


    ...e chi manca al tavolo?
    Trenitalia!!! Forse i dirigenti di Trenitalia hanno perso il treno per Piacenza?!?
    Silvia Sarsi
    26/10/2010  21.51


    INSERISCI COMMENTO:

    *nome:
    *e-mail:

    titolo:

    descrizione (max.255 caratteri):

      Accetto le clausole realtive al trattamento dei dati personali.





    PiacenzaSera è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Piacenza (N° 644 con decreto di iscrizione del 27/07/2007)
    Edita da Codex10 - Società Cooperativa - P.IVA 01443570336 - Soluzioni internet realizzate da GeDInfo - Società Cooperativa.
    Per informazioni su come inserire la tua pubblicità su www.piacenzasera.it invia un'email a commerciale@piacenzasera.it