[Home Page]
Ultimo aggiornamento:   12/10/2015  l  15.31  
                               
Servizi
Meteo
Aria
Viabilità
Farmacie
Trasporti
Libri
Video TV
Cinema
Rubriche
ReadySteady
Koinč
Speciali
Volontariato
CercoOffro Lavoro
Promessi Chef
Tendenze
Motori
Jazz Fest
Piazza 25 aprile
Festival Blues
Fuori Porta
Maturitą
Tribuna politica
Opinioni



A S. Nicolo' il laboratorio dello spaccio. Denunciato ventenne

Si è recato in Sudafrica per seguire le partite dei mondiali, ma nel frattempo, a sua insaputa, il padre ha affittato la villetta all’interno della quale aveva attrezzato un piccolo laboratorio dello spaccio. Così è stato scoperto un giovane studente di S. Nicolò classe ’89, G.V. le sue iniziali, che è stato denunciato a piede libero per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

L’operazione, condotta dal nucleo investigativo dei carabinieri di Piacenza, è partita dalla segnalazione di alcuni cittadini di S. Nicolò nei confronti di una persona giudicata sospetta e che si pensava potesse essere collegata alla rapina in banca avvenuta a Gragnano nei giorni scorsi. I carabinieri hanno così eseguito una perquisizione all’interno della villetta occupata dall’uomo, di origine calabrese e risultato poi completamente estraneo ai fatti, il quale asseriva che l’abitazione, nella quale stava eseguendo lavori di ristrutturazione, era stata presa in affitto dal figlio.

All’interno di una stanza chiusa a chiave i militi hanno trovato un vero e proprio laboratorio dello spaccio, recuperando 30 grammi di cocaina, un etto e mezzo di marijuana, un bilancino, un frullatore, della mannite, sostanza utilizzata per il taglio della droga, oltre a diverse bustine per lo smercio.

L’attività investigativa ha consentito di appurare la responsabilità del 21enne, che utilizzava la stanza dell’abitazione come laboratorio e per dare piccoli festini. Il padre, affittando la villetta mentre il giovane si trovava in vacanza, lo ha involontariamente “incastrato”, non permettendogli di recuperare la droga.

Il giovane, che ha ammesso le proprie responsabilità, ha raccontato di essersi dato allo spaccio da circa un anno per potersi pagare le vacanze e permettersi piccoli lussi. La droga, che si procurava a Milano, veniva poi venduta a un ristretto gruppo di amici nella zona compresa tra S. Nicolò e Gragnano.

Ritrovato piatto commemorativo del Giubileo

Un piatto commemorativo del Giubileo del 2000 è stato ritrovato ieri a Piacenza. L'oggetto nella foto n°4), rifinito in oro e prodotto in diecimila pezzi, ha un valore sul mercato intorno ai 400 euro. Notato da un passante vicino a un cassonetto nei pressi del supermercato Coop di via Martiri della Resistenza, il piatto è stato consegnato alla polizia.
 

 
Voci correlate:
  • carabinieri
  • droga
  • Commenti:



    INSERISCI COMMENTO:

    *nome:
    *e-mail:

    titolo:

    descrizione (max.255 caratteri):

      Accetto le clausole realtive al trattamento dei dati personali.





    PiacenzaSera č una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Piacenza (N° 644 con decreto di iscrizione del 27/07/2007)
    Edita da Codex10 - Societą Cooperativa - P.IVA 01443570336 - Soluzioni internet realizzate da GeDInfo - Societą Cooperativa.
    Per informazioni su come inserire la tua pubblicitą su www.piacenzasera.it invia un'email a commerciale@piacenzasera.it