[Home Page]
Ultimo aggiornamento:   12/10/2015  l  15.31  
                               
Servizi
Meteo
Aria
Viabilità
Farmacie
Trasporti
Libri
Video TV
Cinema
Rubriche
ReadySteady
Koinè
Speciali
Volontariato
CercoOffro Lavoro
Promessi Chef
Tendenze
Motori
Jazz Fest
Piazza 25 aprile
Festival Blues
Fuori Porta
Maturità
Tribuna politica
Opinioni



Note blues a Palazzo Farnese con Guy Davis e Professor Louie

Note blues a Palazzo Farnese con Guy Davis e Professor Louie

Solo musica e non unicamente chiacchiere ieri sera in occasione della chiusura della quarta giornata del Piacenza Blues Festival con il terzo appuntamento serale della rassegna organizzata dalla cooperativa sociale Fedro.  Sul palco allestito nel cortile seicentesco di Palazzo Farnese, che separa la più importante collezione d’Italia di carrozze d’epoca da quella preistorica, si sono esibiti dal vivo Guy Davis e Professor Louie, preceduti da Fabrizio Poggi e i Chicken Mambo.  L’evento, concomitante con la vittoriosa finale interista in Champions League e con la seconda e conclusiva serata del Folk Festival Tras-an-bal tenutosi in Piazza Cavalli, ha comunque registrato un’affluenza discreta con all’incirca 200 persone.

Aprono le danze Fabrizio Poggi, blues man vogherese nonché autore del saggio “Angeli perduti del Mississippi”, con i suoi Chicken Mambo.  Con un proprio repertorio musicale ispirato al roots-blues, la band italiana, composta da Roberto Re (basso e voce), Stefano Bertolotto (batteria) e Gianfranco Scala (chitarra), ha suonato sei brani.  Un’esibizione coinvolgente anche se a tratti un po’ accademica, che ha aperto il concerto di “uno dei più grandi blues-men contemporanei” (secondo Fabrizio Poggi), il newyorchese Guy Davis, sostenuto dal virtuoso tastierista louisiano Professor Louie, già collaboratore del funk-jazzista Herbie Hancock.  Undici pezzi magistralmente eseguiti, assieme ai Chicken Mambo, in cui spiccavano alcune rivisitazioni di evergreen del blues quali Prodigal Son dei Rolling Stones, Red Rooster di Howlin’ Wolf e soprattutto la travolgente Hoochie Coochie Man (uomo della magia, in slang sudista) di Muddy Waters, emblema del voodoo-blues.

Domani giornata conclusiva della rassegna “Dal Po al Mississippi”: appuntamenti in Piazza Duomo (a partire dalle 11.00) con le scrittrici Marina Visentin e Gemma Weeks e alla Passerini Landi con la diretta “Tutti i colori del giallo” di Radio 2. Ma il pezzo forte sarà Ana Popovic, blues-girl serba, che sigillerà questa sesta edizione del Festival con il concerto serale a Palazzo Farnese (ingresso a 10 euro).
 

 
Commenti:



INSERISCI COMMENTO:

*nome:
*e-mail:

titolo:

descrizione (max.255 caratteri):

  Accetto le clausole realtive al trattamento dei dati personali.





PiacenzaSera è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Piacenza (N° 644 con decreto di iscrizione del 27/07/2007)
Edita da Codex10 - Società Cooperativa - P.IVA 01443570336 - Soluzioni internet realizzate da GeDInfo - Società Cooperativa.
Per informazioni su come inserire la tua pubblicità su www.piacenzasera.it invia un'email a commerciale@piacenzasera.it