[Home Page]
Ultimo aggiornamento:   12/10/2015  l  15.31  
                               
Servizi
Meteo
Aria
Viabilità
Farmacie
Trasporti
Libri
Video TV
Cinema
Rubriche
ReadySteady
Koinè
Speciali
Volontariato
CercoOffro Lavoro
Promessi Chef
Tendenze
Motori
Jazz Fest
Piazza 25 aprile
Festival Blues
Fuori Porta
Maturità
Tribuna politica
Opinioni



Collaudi fasulli per auto "taroccate", 2 arresti a Piacenza VIDEO

AGGIORNAMENTO - Sono due nel territorio piacentino le persone raggiunte dalla misura degli arresti domiciliari nell’ambito dell’indagine “Fast and Furious”, che ha permesso di scoprire una serie di omologazioni fasulle per modifiche effettuate su alcuni veicoli ottenute con la collaborazione di impiegati della Motorizzazione civile di Napoli. Si tratta di C. Z., 33 anni, e S. T., 26 anni, referenti del "Fast and Tuning club" di Rottofreno, associazione coinvolta nell’indagine.

La complessa operazione, condotta dai Carabinieri di Piacenza, ha preso il via nel 2006 da una serie di controlli della Polizia Municipale di Piacenza su auto alle quali erano state apportate modifiche (come ad esempio l’aumento delle misure dei pneumatici o l’installazione di alettoni), giudicate oltre che particolari anche pericolose per la sicurezza del mezzo. Partendo da questi controlli i militari avevano poi allargato le proprie verifiche ai locali gruppi di tuning prendendo in esame anche le carte di circolazione dei mezzi “modificati”. Coinvolgendo direttamente anche le case costruttrici, i Carabinieri hanno scoperto che molte delle modifiche omologate non erano in realtà lecite né tantomeno approvate ed hanno quindi rivolto la propria attenzione sulle modalità attraverso cui le carte di circolazione venivano rilasciate.
 

Si è così risaliti ad un’agenzia di consulenze automobilistiche in provincia di Napoli che avrebbe promesso l’omologazione di qualunque tipo di modifica senza problema grazie al coinvolgimento di impiegati della Motorizzazione civile del capoluogo campano, dove dal 2007 i Carabinieri di Piacenza hanno operato eseguendo diverse intercettazioni ambientali che hanno permesso di accertare i ruoli e le responsabilità dei soggetti coinvolti, che dovranno ora rispondere di associazione a delinquere, corruzione, truffa ai danni dello Stato, falso in materiale ideologico, abuso d’ufficio e accesso abusivo a sistemi informatizzati.
 

Nella sola Piacenza si stima che siano stati circa un centinaio i libretti contraffatti. I prezzi per ottenere la falsa omologazione delle modifiche andavano dai 50 euro fino ad alcune centinaia di euro.
 

 

Un’importante operazione condotta dai Carabinieri di Piacenza ha permesso di sgominare  un’organizzazione che, corrompendo impiegati della Motorizzazione civile di Napoli faceva omologare, senza collaudi, modifiche tecniche ed estetiche ad automobili elaborate (il cosiddetto "tuning"). I militari da questa mattina stanno eseguendo misure cautelari in diverse regioni nei confronti di 10 persone, due sono gli arrestati piacentini. Le misure cautelari sono state disposte dal gip di Napoli Luigi Giordano, su richiesta dei pubblici ministeri Henry John Woodcock e Francesco Curcio. I reati contestati vanno dall'associazione per delinquere al falso, dalla truffa ai danni dello Stato alla corruzione per atti contrari ai doveri di ufficio, all'accesso abusivo in sistemi informatizzati. Nell'inchiesta risulterebbero indagate più di cento persone. L’indagine è partita da alcune verifiche ed informazioni raccolte dai carabinieri al "Fast and Tuning club" di Rottofreno di Piacenza ed avrebbe consentito di accertare l'esistenza di una struttura organizzata che faceva capo all'Agenzia di consulenza automobilistica "Fratelli Cunto", con sede a San Giuseppe Vesuviano (Napoli).
A breve ulteriori aggiornamenti.
 

 
Voci correlate:
  • carabinieri
  •    facebook  twitter  invia

     stampa

    Commenti:


    ok pero'..
    si ho capito che i reati contestati siano pesanti ma l'associano a delinquere non vuole dire che e' una associazione camorristica..
    bingo bongo
    10/02/2010  19.54

    bb
    bingobongo.... ma hai letto i reati contestati? ti sembra poco? non pensi che questi giri illegali probabilmente andavano a finanziare la malavita napoletata "sfruttando" la passione di tanti per il tuning?
    Michele
    10/02/2010  17.28

    e poi..
    Omologazioni che in tutta europa si fanno in 5 minuti e che in italia perche' come sempre facciamo pena ci vogliono un sacco di autorizzazioni collaudi inutili. Per forza che la gente appassionata di queste paghi..
    bingo bongo
    10/02/2010  10.32

    maddaii
    Con tutti i problemi che ci sono adesso avere beccato 4 sfigatti che facevano omologare qualche cerchio in lega o spoiler tarocco..sembra che abbiamo sgominato chissa' che..ma non fatemi ridere..
    bingo bongo
    10/02/2010  10.28


    Un sincero compiacimento a coloro che ogni giorno, indossando divise diverse, collaborando tra loro hanno permesso questo risultato. Divise unite, un unico scopo ed unico ideale.... la Giustizia!
    andrea
    09/02/2010  21.38

    collaudi fasulli
    un grazie alla polizia municipale di piacenza,nonostante non sia stata menzionata dai tg locali e nazionali
    sara
    09/02/2010  20.10


    ingente truffa ai danni dello stato e delle gente onesta! ecco i nomi di tutti: http://www.julienews.it/notizia/cronaca/false-omologazioni-su-auto-modificate-18-misure-cautelari/41300_cronaca_2.html
    juventino
    09/02/2010  16.34

    collaudi fasulli
    come mai, nonstante la truffa sia stata scoperta dalla polizia municipale non è stata menzionata nelle nostre tv locali e nazionali? fede
    fede
    09/02/2010  16.33

    indagini
    piano con i complimenti, sarebbe serio che le forze dell' ordine oltre a comunicare le indagini concluse positivamenete , rendessero note anche le denunce rimaste cartastraccia ,(che sono la maggioranza )...non è tutto oro quello che luccica....
    luigi
    09/02/2010  16.05


    un grazie alla Polizia Municipale che ha collaborato alle indagini. .
    Lella
    09/02/2010  14.58

    truffa nazionale
    una menzione onorevole alla polizia municipale che ha scoperto una truffa nazionale
    gabri
    09/02/2010  14.57

    collaudi fasulli
    grazie anche alle altre forze dell'ordine che hanno collaborato con i carabinieri g.
    gabri
    09/02/2010  14.31

    Grazie a chi ha aiutato i carabinieri
    Un grazie ai ragazzi che hanno collaborato con i carabinieri per scoprire la truffa di Napoli
    anonimo
    09/02/2010  12.01


    INSERISCI COMMENTO:

    *nome:
    *e-mail:

    titolo:

    descrizione (max.255 caratteri):

      Accetto le clausole realtive al trattamento dei dati personali.





    PiacenzaSera è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Piacenza (N° 644 con decreto di iscrizione del 27/07/2007)
    Edita da Codex10 - Società Cooperativa - P.IVA 01443570336 - Soluzioni internet realizzate da GeDInfo - Società Cooperativa.
    Per informazioni su come inserire la tua pubblicità su www.piacenzasera.it invia un'email a commerciale@piacenzasera.it