[Home Page]
Ultimo aggiornamento:   12/10/2015  l  15.31  
                               
Servizi
Meteo
Aria
Viabilità
Farmacie
Trasporti
Libri
Video TV
Cinema
Rubriche
ReadySteady
Koinè
Speciali
Volontariato
CercoOffro Lavoro
Promessi Chef
Tendenze
Motori
Jazz Fest
Piazza 25 aprile
Festival Blues
Fuori Porta
Maturità
Tribuna politica
Opinioni



Botteghe storiche, consegnate le 21 vetrofanie ai negozi

Sono ventuno le vetrofanie consegnate agli esercenti piacentini delle botteghe e dei mercati storic questo pomeriggio dall'assessore al Commercio Sabrina Freda. "L'iniziativa è la tappa finale di un percorso durato più di un anno - ha spiegato Freda - per arrivare all'approvazione finale della lista dei partecipanti all'albo". Per i commercianti in possesso della prestigiosa certificazione sarà più facile ottenere finanziamenti regionali. Soddisfazione tra i proprietari di alcuni dei negozi più antichi di Piacenza, dall'Osteria dell'Agnello a Tosi Oro, passando per la Torrefazione Pellizeni di via Calzolai e il Caffé Cavour.

---

Agli albi comunali delle Botteghe e dei Mercati Storici, istituiti dalla legge regionale n. 5 del 10 marzo 2008,  risultano iscritti per ora 117 esercizi e 7 mercati. E' uno dei dati emersi dall'incontro che l'Assessore provinciale al Lavoro Andrea Paparo ha convocato nei giorni scorsi in Provincia con i Comuni piacentini per discutere del tema. Presenti, oltre all’Assessore,  affiancato nella circostanza dal dirigente del Servizio Trasporti ed attività Produttive arch. Gianbattista Volpe  e  dalla dott.ssa  Patrizia Serena , i rappresentanti  di buona parte dei  Comuni  interessati.

Gli Albi sono stati attivati nella quasi  totalità dei Comuni (41). Solo 24 hanno però  ricevuto domande di iscrizione. Degli esercizi in albo, il 63% sono negozi (la metà di generi alimentari), il

28% bar, ristoranti e trattorie ( tra cui 6 osterie) e il 9% laboratori artigiani

L’elenco non è definitivo ed è in continuo aggiornamento, non essendo prevista una scadenza per l’iscrizione.

I requisiti per l’iscrizione stabiliti dalla Regione prevedono:

a) lo svolgimento della medesima attività da almeno 50 anni continuativi (25 per le “Osterie”), nello stesso locale o nella stessa area pubblica, anche se con denominazioni, insegne, gestioni o proprietà diverse;

b) il collegamento funzionale e strutturale dei locali e degli arredi con l'attività svolta;

c) la presenza nei locali, negli arredi, sia interni che esterni, e nelle aree di elementi di particolare interesse storico, artistico, architettonico e ambientale, o particolarmente significativi per la tradizione e la cultura del luogo.

Gli uffici della  Provincia, in base alle  informazioni trasmesse dai Comuni, hanno predisposto un documento  di sintesi con   i dati, la  storia e le  foto di ognuna delle attività iscritte  che  verrà pubblicato a breve  sul sito istituzionale dell’Ente.  E’ prevista inoltre la stampa di un  Atlante Provinciale delle Botteghe Storiche, di prossima divulgazione.  

Nell’incontro di cui parliamo è stato distribuito ai Comuni il materiale  fornito dalla Regione per identificare gli esercizi iscritti agli Albi. Si tratta di vetrofanie e locandine, riportanti gli stemmi Regionali, Provinciali e Comunali, con il marchio distintivo di Bottega o Mercato storico, da esporre sulle vetrine o all’ingresso  dell’esercizio in modo ben visibile.  Tale marchio potrà essere utilizzato anche sulla carta intestata o sul materiale pubblicitario  dell’impresa.

Nell'incontro, Andrea Paparo  ha ringraziato i Comuni per la collaborazione ed ha manifestato la totale apertura   della Provincia, in qualità di Ente  coordinatore,  ad appoggiare le proposte di  attività di promozione suggerite dai rappresentati delle Amministrazioni locali presenti, da attivare comunque all’interno di un quadro concordato,  al fine di dare il giusto risalto alla importante presenza delle Botteghe Storiche nell’ambito dell’intero territorio piacentino. L’incontro è stato anche l'occasione per fornire informazioni sui finanziamenti in essere per il settore del commercio: si è ribadito che alle imprese che appartengono alla categoria delle Botteghe storiche sono riservati particolari titoli di priorità sui Bandi provinciali.

 
Voci correlate:
  • Andrea Paparo
  • botteghe storiche
  • Provincia
  • Sabrina Freda
  •    facebook  twitter  invia

     stampa

    Commenti:


    Il Salumaio Valla
    Ettore sei il vanto della tradizione "salumaia" piacentina e l'orgoglio di "Porta Galera".
    Agostina
    29/01/2010  12.46

    bravo Ettore
    Bravo Ettore Valla e' cosi' che si tiene alto il prestigio di Via Roma!!
    paolo boeri
    28/01/2010  18.34


    INSERISCI COMMENTO:

    *nome:
    *e-mail:

    titolo:

    descrizione (max.255 caratteri):

      Accetto le clausole realtive al trattamento dei dati personali.





    PiacenzaSera è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Piacenza (N° 644 con decreto di iscrizione del 27/07/2007)
    Edita da Codex10 - Società Cooperativa - P.IVA 01443570336 - Soluzioni internet realizzate da GeDInfo - Società Cooperativa.
    Per informazioni su come inserire la tua pubblicità su www.piacenzasera.it invia un'email a commerciale@piacenzasera.it