[Home Page]
Ultimo aggiornamento:   12/10/2015  l  15.31  
                               
Servizi
Meteo
Aria
Viabilità
Farmacie
Trasporti
Libri
Video TV
Cinema
Rubriche
ReadySteady
Koinè
Speciali
Volontariato
CercoOffro Lavoro
Promessi Chef
Tendenze
Motori
Jazz Fest
Piazza 25 aprile
Festival Blues
Fuori Porta
Maturità
Tribuna politica
Opinioni



Rifondazione alla manifestazione di Verona contro il razzismo

La Federazione piacentina di Rifondazione Comunista aderisce alla manifestazione che si terrà a Verona sabato 17 maggio contro il razzismo e l’intolleranza che in quella città hanno portato al brutale assassinio del ventinovenne veronese Nicola Tommasoli ad opera di 5 attivisti della destra neofascista.
Rifondazione Comunista sarà a Verona per ricordare che anche nella nostra città si sono ripetuti negli anni e nei mesi scorsi fatti analoghi che hanno visto un crescendo di attacchi alle sedi della sinistra e aggressioni ad esponenti ed attivisti come quello ultimamente verificatosi alla Coop di S.Antonio ove 4 compagni sono finiti al pronto soccorso al termine di un’iniziativa elettorale.
Nel paese - e non solo a Verona - si respira un clima di violenza razzista fomentata da campagne mediatiche che propongono come emergenza primaria il tema della sicurezza ossessivamente agitato dalle forze politiche ora al governo e nemmeno timidamente osteggiato da un PD che ambiguamente contende alle destre il terreno della moderazione politica.
Sono i processi di impoverimento, la precarietà nel lavoro, i morti sul lavoro, il devastante sfruttamento del territorio, la criminalità organizzata le domande centrali di questo paese alla cui soluzione i poteri forti e le classi dirigenti rispondono deviando l’attenzione ed il rancore contro gli immigrati ed i rom assimilati con cinico automatismo a pericolosi criminali.
Occorre reagire con fermezza, in modo nonviolento, ma determinato alle pratiche violente delle destre e alla cultura della “pulizia etnica” e dell’odio nei confronti di chi è diverso da noi; saremo a Verona perché pensiamo che è anche da quella piazza che la sinistra deve ripartire per costruire un’alternativa di società nella quale gli interessi degli “ultimi” siano al centro.
 

 
Commenti:



INSERISCI COMMENTO:

*nome:
*e-mail:

titolo:

descrizione (max.255 caratteri):

  Accetto le clausole realtive al trattamento dei dati personali.





PiacenzaSera è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Piacenza (N° 644 con decreto di iscrizione del 27/07/2007)
Edita da Codex10 - Società Cooperativa - P.IVA 01443570336 - Soluzioni internet realizzate da GeDInfo - Società Cooperativa.
Per informazioni su come inserire la tua pubblicità su www.piacenzasera.it invia un'email a commerciale@piacenzasera.it