[Home Page]
Ultimo aggiornamento:   12/10/2015  l  15.31  
                               
Servizi
Meteo
Aria
Viabilità
Farmacie
Trasporti
Libri
Video TV
Cinema
Rubriche
ReadySteady
Koinè
Speciali
Volontariato
CercoOffro Lavoro
Promessi Chef
Tendenze
Motori
Jazz Fest
Piazza 25 aprile
Festival Blues
Fuori Porta
Maturità
Tribuna politica
Opinioni



Fossati (Idv): "Influenza suina, allarme ingiustificato"

Comunicato stampa di Andrea Fossati, coordinatore provinciale giovani Italia dei Valori.

VIRUS A-H1N1, l’allarme ingiustificato.
Il 10 gennaio è stato diffuso l’ultimo bollettino del Ministero della Salute che ha attestato a 210 il numero decessi causati dal virus influenzale A-H1N1,  con un rapporto malati su vittime dello 0.005%. Proprio da quest’ultimo dato occorre partire per fare qualche onesta riflessione sull’effettiva pericolosità della “suina”, considerando che una normale influenza stagionale fa crescere solitamente l’indice sopracitato all’incirca fino allo 0.2%. Diciamo subito che nei mesi scorsi partì una vera e propria campagna mediatica, molto allarmistica, dell’OMS (l’Organizzazione Mondiale della Sanità), per consigliare i cittadini all’immediata vaccinazione. La pericolosità di questo virus era attestata, per l’Organismo Mondiale, al livello 5 su 6, cioè al penultimo scalino prima dell’allarme massimo. Anche l’Italia dei Valori, a livello locale e a fronte di queste inquietanti notizie, a fine settembre pose un’interrogazione in Consiglio provinciale per capire cosa stesse facendo e come si stesse attivando presso la Regione Emilia-Romagna e l’ASL Massimo Trespidi, neo Presidente della Conferenza Socio-Sanitaria. Ad oggi, oltre ai dati di mortalità inferiori ad una normale influenza stagionale, sono però sono balzate all’occhio numerose altre anomalie: la Corte di Conti infatti rilevò  a suo tempo alcune irregolarità nel contratto firmato dallo Stato Italiano, fra cui la possibilità di mancato rispetto delle date di consegna del prodotto, da parte delle multinazionale farmaceutica Novartis, senza per lei l’applicazione di alcuna penalità e, in più, l’esonero per quest’ultima da ogni responsabilità  per eventuali danni imprevedibili o inattesi. Tuttavia la CDC soprassedette a ciò e diede il via libera in ragione proprio “d’eccezionalità” e “dell’imminente pericolo pandemia”. Da rilevare anche l’ingente esborso governativo, pari a 184 milioni di euro di soldi pubblici in cambio di 24 milioni di dosi di vaccino, anche se ad oggi le dosi utilizzate sono state poco  più di 850 mila. E soprattutto, perché le stesse sono state consegnate in 10 milioni d’unità mentre da pochi giorni vi è stato l’annullamento delle dosi ancora da ricevere ? Su questo occorrerebbe fare maggiore chiarezza possibile (a questo proposito l’IdV, nelle persone degli Onorevoli Silvana Mura e Antonio Palagiano, ha rivolto un’interrogazione al Ministero della Salute, che riportiamo integralmente su www.idvpiacenza.it). infine invitiamo il Sen. Gasparri, preso atto della sua recente indignazione sui costi spropositati dei vaccini e sulla complessiva gestione della vicenda, a chiederne conto, proprio come ha fatto l’IdV, al responsabile principale di tutto ciò: il suo Governo.
ANDREA FOSSATI – coordinatore giovani Italia dei Valori Piacenza

 

 
Voci correlate:
  • Andrea Fossati
  • Idv
  • Commenti:



    INSERISCI COMMENTO:

    *nome:
    *e-mail:

    titolo:

    descrizione (max.255 caratteri):

      Accetto le clausole realtive al trattamento dei dati personali.





    PiacenzaSera è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Piacenza (N° 644 con decreto di iscrizione del 27/07/2007)
    Edita da Codex10 - Società Cooperativa - P.IVA 01443570336 - Soluzioni internet realizzate da GeDInfo - Società Cooperativa.
    Per informazioni su come inserire la tua pubblicità su www.piacenzasera.it invia un'email a commerciale@piacenzasera.it