[Home Page]
Ultimo aggiornamento:   12/10/2015  l  15.31  
                               
Servizi
Meteo
Aria
Viabilità
Farmacie
Trasporti
Libri
Video TV
Cinema
Rubriche
ReadySteady
Koinè
Speciali
Volontariato
CercoOffro Lavoro
Promessi Chef
Tendenze
Motori
Jazz Fest
Piazza 25 aprile
Festival Blues
Fuori Porta
Maturità
Tribuna politica
Opinioni



Ok sofferto in Consiglio per la riqualificazione della ex scuola Enel
  

All'esame dell'assemblea di Palazzo Mercanti la pratica urbanistica relativa al piano di riqualificazione della scuola ex Enel di viale Risorgimento. Nel suo intervento, il vicesindaco Francesco Cacciatore ha spiegato la trasformazione che subirà il complesso collocato a fianco del liceo Gioia e prospiciente Palazzo Farnese. Il via libera alla pratica è giunto dopo una lunga discussione: contraria l'opposizione e anche qualche defezione nella maggioranza (no di Edo Piazza e Giacomo Vaciago).

Il recupero prevede la demolizione dell'attuale edificio (già sede della scuola di formazione dell'Enel) e l'edificazione di un nuovo complesso, lasciando pressochè inalterate altezze e volumetria (che dai 25mila metri cubi attuali passerà a poco più di 21mila). Nel nuovo complesso sono comprese 29 unita' residenziali, 11 destinate a terziario più un piano interrato per parcheggi di proprietà comunale. Secondo una prima ipotesi progettuale i posti macchina a rotazione saranno 50, ma il loro numero potrebbe crescere in base al parere che esprimerà la Soprintendenza ai Beni Archeologici su alcuni resti di valore storico collocati all'interno degli scavi. Esiste la possibilità che siano rimossi oppure lì mantenuti custoditi in un'apposita teca di vetro. Cacciatore si è soffermato sulla qualità dei materiali che saranno utilizzati per realizzare i nuovi edifici: un portale di pietra fungerà da ingresso con colonne in sintonia con quelle dell'attiguo liceo Gioia, il progetto nel suo complesso ha ottenuto l'approvazione della commissione architettonica.

Il consigliere Antonio Levoni ha annunciato in consiglio la prossima formazione di un nuovo gruppo politico insieme a Gianluca Ceccarelli, si tratta del gruppo dell'Udc. I due vengono dall'esperienza di Piacenza Libera, la lista civica che sostenne Dario Squeri alle comunali del 2007.

 
Voci correlate:
  • consiglio comunale
  • Commenti:


    incrocio
    è vero, l'incrocio tra via 10 giugno, via campo della fiera e cantone della camicia è tutto disassato ed è spesso teatro di incidenti, anche perchè le macchine parcheggiate tolgono visibilità per chi arriva da via 10 giugno
    silvia
    27/10/2009  22.44

    ma come si fa?
    Top vergognation: dire che una palazzina davanti a Palazzo Farnese è un bene per la città! Vergogna!!!
    massimo
    27/10/2009  19.16

    ci mancava solo questa
    in arriva un'altra vagonata di residenziale, evviva i privati
    giovanni
    27/10/2009  12.41


    si, in effetti a piacenza manca un po' di edilizia residenziale
    estremista edile
    27/10/2009  10.00

    Incrocio pericoloso
    Perchè non approfittarne per arretrare il marciapiede, o forse anche l'edificio, in modo da "raddrizzare" il pericoloso incrocio tra Via X Giugno e Via Campo della Fiera? Qualche metro cubo in meno e un po' di sicurezza in più. Che ne dite?
    madmax Interceptor
    27/10/2009  09.55


    INSERISCI COMMENTO:

    *nome:
    *e-mail:

    titolo:

    descrizione (max.255 caratteri):

      Accetto le clausole realtive al trattamento dei dati personali.





    PiacenzaSera è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Piacenza (N° 644 con decreto di iscrizione del 27/07/2007)
    Edita da Codex10 - Società Cooperativa - P.IVA 01443570336 - Soluzioni internet realizzate da GeDInfo - Società Cooperativa.
    Per informazioni su come inserire la tua pubblicità su www.piacenzasera.it invia un'email a commerciale@piacenzasera.it