[Home Page]
Ultimo aggiornamento:   12/10/2015  l  15.31  
                               
Servizi
Meteo
Aria
Viabilità
Farmacie
Trasporti
Libri
Video TV
Cinema
Rubriche
ReadySteady
Koinè
Speciali
Volontariato
CercoOffro Lavoro
Promessi Chef
Tendenze
Motori
Jazz Fest
Piazza 25 aprile
Festival Blues
Fuori Porta
Maturità
Tribuna politica
Opinioni



Fogliazza e Polledri (Lega): "Tagli a scuola, già  pronta interrogazione parlamentare"

Fonte ufficio stampa Lega Nord

"In merito alle osservazioni dell'ex presidente della Provincia, Gian Luigi Boiardi che, dalle colonne dei giornali, mi sollecita a rivolgere correttamente le mie "giuste e condivisibili" rivendicazioni per la tutela  della scuola di montagna, faccio notare che la salvaguardia dei plessi è di competenza regionale. In merito alle pluriclassi il mio obiettivo è pungolare la Regione affinché faccia la sua parte presso il Governo". Il consigliere regionale della Lega Nord, Luigi Fogliazza replica a Boiardi e a Rifondazione comunista che - a detta loro - avrebbe compiuto un errore di indirizzo nella sua azione politica.
"Nessun errore - risponde Fogliazza -. Non c'era bisogno che né Boiardi né Nando Mainardi e Leonardo Masella di Rifondazione mi dicessero a chi rivolgermi. E' già pronta infatti un'interrogazione parlamentare - in elaborazione da giorni - sui temi delle pluriclassi che il nostro deputato, Massimo Polledri, presenterà a breve a Roma. Come si vede è stato riconosciuto a ciascuno il suo e nessuno ha sbagliato indirizzo. Io ho interrogato la giunta regionale sulla salvaguardia dei plessi e l'ho sollecitata ad attivarsi col Governo centrale in sede di conferenza Stato-Regioni anche per quanto riguarda un sostegno all'azione di revisione dei parametri fissati per le pluriclassi. Da parte sua Polledri farà un intervento specifico sul tema direttamente a Roma. L'azione è concordata. E le pressioni non le sta facendo solo il sindacato".
"Ricordo - precisa lo stesso Polledri - a Mainardi e Masella che, grazie alla Lega Nord, la prima formulazione del decreto, che avrebbe portato al commissariamento di Regioni e Comuni inadempienti nei confronti dei piani di ridimensionamento, è stata scongiurata. Il Carroccio ha ribadito la necessità di rispettare le competenze legislative delle Regioni in materia di definizione della rete scolastica e di programmazione dell'offerta formativa, dal momento che non erano stati indicati criteri innovativi rispetto a quelli vigenti. Il ministro Gelmini ha poi previsto che nell'ambito della razionalizzazione della rete scolastica nelle scuole delle piccole isole e dei comuni montani, si potessero costituire classi uniche per anno di corso e indirizzo di studi, derogando il numero inferiore e massimo stabilito dalla normativa vigente". 
"La Lega Nord - conclude il deputato del Carroccio - ritiene che l’esperienza virtuosa di diversi Comuni, che ha consentito in questi anni di ovviare, ove possibile, alle criticità e all’isolamento delle piccole scuole, debba essere assunta come linea di intervento generalizzata".
 

 
Voci correlate:
  • Lega Nord
  • Luigi Fogliazza
  • Massimo Polledri
  • scuola
  •    facebook  twitter  invia

     stampa

    Commenti:



    INSERISCI COMMENTO:

    *nome:
    *e-mail:

    titolo:

    descrizione (max.255 caratteri):

      Accetto le clausole realtive al trattamento dei dati personali.





    PiacenzaSera è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Piacenza (N° 644 con decreto di iscrizione del 27/07/2007)
    Edita da Codex10 - Società Cooperativa - P.IVA 01443570336 - Soluzioni internet realizzate da GeDInfo - Società Cooperativa.
    Per informazioni su come inserire la tua pubblicità su www.piacenzasera.it invia un'email a commerciale@piacenzasera.it