[Home Page]
Ultimo aggiornamento:   12/10/2015  l  15.31  
                               
Servizi
Meteo
Aria
Viabilità
Farmacie
Trasporti
Libri
Video TV
Cinema
Rubriche
ReadySteady
Koinè
Speciali
Volontariato
CercoOffro Lavoro
Promessi Chef
Tendenze
Motori
Jazz Fest
Piazza 25 aprile
Festival Blues
Fuori Porta
Maturità
Tribuna politica
Opinioni



I neoconsiglieri provinciali della Lega: "Vogliamo essere ascoltati"

"La Lega Nord è stata il motore della vittoria e sarà il motore dell'amministrazione Trespidi. Chiediamo di essere ascoltati. La militanza del Carroccio ha portato in cabina elettorale le esigenze della gente ed ora la forza elettorale che i cittadini ci hanno accordato sarà la nostra stella polare".
Sono parole di Stefano Cavalli, il primo consigliere provinciale della Lega Nord a essere eletto nella Bassa.
Cavalli e i quattro colleghi che siederanno tra i banchi consiliari in via Garibaldi si sono dati appuntamento questa mattina nella sede di via Trieste 32 per parlare del successo elettorale della Lega Nord e delle sfide future.
"Siamo stati determinanti - ha sottolineato il vicesegretario provinciale, Davide Allegri - abbiamo messo in campo il valore aggiunto dei nostri candidati sul territorio, persone che sono state e staranno fra la gente e che la gente ha premiato col voto. La realtà dei fatti è che il 17,2 per cento della Lega è stato decisivo per la vittoria".
Il più premiato è stato lui, Roberto Pasquali, capace di strappare il 44 per cento dei consensi nella sua città, Bobbio e il 32,8 per cento nel collegio locale.
"La Lega Nord è stata premiata per aver portato avanti le istanze del territorio - ha commentato - I numeri sono il frutto dell'apprezzamento manifestato dalle persone per il nostro lavoro, per l'attenzione alla montagna, alla sicurezza, alla viabilità, ma sono anche il risultato di una radicata presenza sul territorio. La nostra montagna ha bisogno di trovare risposte sui temi del dissesto idrogeologico, dell'agricoltura e dello sviluppo economico".
Territorio, sicurezza, sociale, al centro dell'intervento di Massimiliano Dosi, confermatissimo consigliere che ha posto l'accento sulla forza di rinnovamento espressa dalla Lega. "Faccio notare - ha precisato - che quattro dei cinque consiglieri eletti hanno meno di 40 anni. Crediamo nei giovani e l'abbiamo dimostrato". Per Dosi le sfide future si giocheranno anche nel campo della cultura. "Valorizzeremo le tradizioni locali - ha spiegato - dalla lingua alla religione, le nostre radici".
Enzo Varani ha ben riassunto lo scopo dell'incontro. "Nel corso della sua campagna elettorale - ha argomentato - Trespidi ha ripetuto più volte che occorre saper ascoltare. Ebbene: la gente ha detto la sua attraverso il voto, dando alla Lega ampi consensi. Ascoltare la Lega oggi vuol dire ascoltare tutti quegli elettori che ci hanno accordato la loro fiducia".
"Chiediamo di incidere sulle politiche del territorio - ha concluso Pietro Pisani, responsabile enti locali del Carroccio - la Lega ha spopolato nei centri meno abitati della provincia e nelle zone più sensibili, dove si avverte più forte l'esigenza di una politica incisiva".

 
Commenti:


rappresentatività
Evidentemente se sono stati votati dal 17,2% degli elettori, meritano di avere i consiglieri che hanno in base alla legislazione vigente. Siamo in democrazia, chi vince governa.
stefano
17/06/2009  10.20


come minimo, avendo 5 consiglieri su 14 direi che la maggioranza è abbastanza sotto scacco della LEGA
amilcare stoppini
16/06/2009  17.22


INSERISCI COMMENTO:

*nome:
*e-mail:

titolo:

descrizione (max.255 caratteri):

  Accetto le clausole realtive al trattamento dei dati personali.





PiacenzaSera è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Piacenza (N° 644 con decreto di iscrizione del 27/07/2007)
Edita da Codex10 - Società Cooperativa - P.IVA 01443570336 - Soluzioni internet realizzate da GeDInfo - Società Cooperativa.
Per informazioni su come inserire la tua pubblicità su www.piacenzasera.it invia un'email a commerciale@piacenzasera.it